Home > OldPost > Lacrime di un furbetto

Lacrime di un furbetto

20 aprile 2006
{lang: 'it'}

Stefano è forte, così dice la sua Anna.

Chiuso nella sua cella di Regina Coeli a Roma, Stefano Ricucci si dispera e piange , dopo aver rinunciato a qualsiasi contatto esterno tranne quello con i suoi legali, pare aver anche detto: “maledizione a me e a quando ho deciso di comprare quelle azioni, maledetto quel giorno in cui iniziai la scalata.

La fine di una dei tanti furbetti !!!!!!!!!!!!!!!!

Sono contentissimo che questa vicenda sia finiti in questo modo, è una rivincita per tutte quelle persone che lavorano onestamente.

Saro spietato nei miei giudizi …

Categorie:OldPost Tag:
I commenti sono chiusi.